Maltrattamenti alla scuola dell’infanzia, maestro ai domiciliari

Al termine di un’indagine durata oltre un mese,  a Pero, in provincia di Milano, è stato arrestato un maestro, accusato di maltrattamenti nei confronti dei bambini di una scuola dell’infanzia. Le telecamere installate dai carabinieri hanno accertato 42 episodi violenti. Nel video, pubblicato dai maggiori quotidiani nazionali, si vede l’uomo, 64 anni, strattonare piccoli alunni, colpirli con dei calci, sollevarli di peso, sculacciarli. A fare da sottofondo il pianto dei bambini.

L’uomo si trova ora agli arresti domiciliari. La misura è stata emessa dal gip del tribunale di Milano su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo lombardo.

A far partire le indagini è stata la denuncia dei genitori di un bambino a cui era stata riscontrata la frattura di un braccio.

La notizia è rimbalzata velocemente sui social dove in tanti invocano pene esemplari e ribadiscono la necessità di installare le telecamere i per prevenire e contrastare i maltrattamenti, come previsto dalla proposta di legge recentemente approvata dalla Camera dei deputati. Sembra, invece, confinata solo tra gli addetti ai lavori la questione del “perchè” e “come” tali abusi possano avvenire senza che gli altri operatori delle strutture se ne accorgano.

Ti piace? Condividi!
Precedente Giornata mondiale per i diritti dell'infanzia. Save The Children: un bambino su due in pericolo a causa di guerra e povertà. Successivo Burnout